Vivere a Milano

QUARTIERE BARONA

La sua Storia

La Barona è un quartiere e antica parrocchia di Milano posta nella zona sud-occidentale della città, in precedenza borgo rurale facente parte dei Corpi Santi di Porta Ticinese, e venne annesso al comune di Milano nel 1873.

Precedentemente, formava con altri quartieri il Comune dei Corpi Santi, creato durante il periodo del dominio austriaco a fine ‘700 riuniva sotto un’unica amministrazione una zona di cascine e borghi agricoli fuori dalle mura di Milano.

Scopri la zona

Dalle chiese al parco, la Barona è una meta interessante sia per gli appassionati di arte sia per chi desidera trascorrere del tempo all’aria aperta.

Un tempo conosciuta come zona difficile per la convivenza con i flussi migratori arrivati negli anni ’90, oggi la Barona ha cambiato volto senza perdere la sua identità ed è innanzitutto una zona residenziale, con diversi campi da football di società sportive locali.

Per la loro sperimentalità e l’impatto nel quartiere, sono degne di nota i luoghi di aggregazione ed intervento sociale polifunzionali come Barrio’s e Villaggio Barona, oltra agli orti comunali di Via Danusso.

All’interno del quartiere si trovano l’Ospedale San Paolo, uno dei più importanti di Milano, oltre al Collegio di Milano e ad un distaccamento del polo di Medicina dell’Università Statale.

L’università IULM: Libera università di lingue e comunicazione, università privata, fondata nel 1968 dal francesista Silvio Federico Baridon, insieme al letterato e senatore a vita Carlo Bo, ed è il primo ateneo in Italia ad avere istituito il corso di laurea in relazioni pubbliche.

La Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) è compresa nel comparto universitario, nel settore dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e rilascia diplomi accademici legalmente riconosciuti di primo livello (laurea) e di secondo livello (laurea magistrale). Mantiene collegamenti e scambi di studenti e docenti con altri paesi europei attraverso il progetto Erasmus.

Un luogo del lavoro, dell’università̀ e del design, con l’operazione del Superstudio Maxi che farà diventare la zona la dependance di via Tortona.

Il muro di via Pesto, di oltre 500 metri ormai degradato, si trasforma nel simbolo del nuovo distretto del fumetto, insieme al murales dedicato a Guido Crepax e al suo personaggio Valentina, nella riqualificazione artistica del muro anche Diabolik prende vita in una grande opera di street art.

Il Quartiere S. Ambrogio

Tra viale Famagosta e il parco agricolo Sud Milano, troviamo il quartiere comunale S. Ambrogio, realizzato negli anni ’60 e 70’ progettato dall’architetto Arrigo Arrighetti. In un secondo momento, di dimensioni simili, fu costruito anche il quartiere dello ex-IACP .

Dalla fine degli anni Ottanta, il quartiere Sant’Ambrogio ha cominciato un processo di espansione verso sud, attorno alle vie Boffalora, Cascina Bianca, Danusso, De Finetti, De Pretis, Mazzolari.

Barona Milano: le cascine e i parchi.

In questa zona, troviamo strade di campagna strette e tortuose adatte per le camminate  e le gite in bicicletta.

Il parco Andrea Campagna (ex parco Teramo Barona) è un’area agricola di discrete dimensioni, nell’ambito delle risaie, nato agli inizi degli anni ’70 come polmone verde per gli abitanti dei nuovi quartieri sorti in quel periodo di forte espansione urbanistica.

Il parco oggi molto frequentato dai milanesi conserva numerose testimonianze del suo passato rurale, dai filari di alberi, ai piccoli corsi d’acqua un tempo utilizzati per le risaie, alle Cascine Boffalora, Boffaloretta e Battitacco, che sorgono nelle vicinanze.

E’ al centro di un importante intervento di riqualificazione che prevede la valorizzazione dei corsi d’acqua, una nuova viabilità con itinerari cicloturistici collegati al vicino Parco Agricolo Sud e la realizzazione di orti condivisi, un’area cani, aree gioco e campi sportivi.

Le principali cascine sono quelle di San Marcaccio, San Marchetto e San Marco, seguite da Cascina Bassa, Cascina Battivacco, Cascina Bazzana Superiore, Cascina Cantalupa, Cascina Colomberotto, Cascina Corio, Cascina di Mezzo, Molino Doppio e Mulino della Pace.

Vicino ai ruderi di Cascina Carliona, oggi si estende il Parco Cascina Binaca con ampie zone a prato e piantumate con aree attrezzate per il work out e per i bambini.

Dal recupero di una vecchia cascina è nata la nuova Residenza Cascina Moncucco, una cascina rurale, per anni in rovina tra i palazzi residenziali che si trovano tra le fermate della metro di Romolo e Famagosta. Qui oggi vi sono alloggi per gli studenti.

Il suo recupero ed il restauro sono stati possibili grazie alla collaborazione tra l’università Iulm, il ministero dell’Istruzione, il Comune e la Regione.

Infine, Cascina Monterobbio, facente parte del parco Agricolo Sud Milano, è ormai quasi completamente una zona urbanizzata.

Luoghi di interesse

Importante è il Santuario di Santa Rita da Cascia che si può invece fregiare di 25 vetrate, realizzate tra il 1954 e il 1971 dall’artista Amalia Panigati. Qui alla fine degli anni ’70 è stata inaugurata la Cripta, piccolo gioiello, dove è esposta alla venerazione dei fedeli la Reliquia Insigne di S. Rita. 

L’origine del Santuario di S. Rita di Milano, non è però legata ad apparizioni o fatti miracolosi, ma al grande desiderio degli Agostiniani della Provincia Ligure di ritornare a Milano, la culla del loro Ordine.

Infatti, dopo la soppressione del 1782, il ritorno degli Agostiniani a Milano si deve alla decisa e ferma volontà di p. Umberto Musitelli, Provinciale della Provincia Ligure-Lombarda, formata dai conventi di Pavia, Genova, Savona, Celle Ligure e Loano.

Degna di nota per la posizione e perché del Cinquecento è la chiesa campestre di San Marchetto.

Altre chiese di quartiere sono dedicate a Santa Bernardetta, San Giovanni Bono, San Gregorio Barbarigo, Santa Maria Ausiliatrice, San Silvestro.

Collegamenti

Milano sud-occidentale, un’area compresa tra la fermata della linea verde Romolo e quella di Famagosta, in prossimità del Naviglio Grande e di quello Pavese, adiacente al parco agricolo Sud. La zona è ben collegata grazie ai trasporti pubblici con autobus, tram e servita direttamente dalla fermata Famagosta della M2.

I nostri Immobili:

https://kmrealestate.it/portfolio-item/signorile-appartamento-zona-navigli/

Se vuoi vendere casa a Milano, o hai intenzione di frazionarla o di ristrutturarla per massimizzare le possibilità di vendita, affidati a noi di KM Real Estate.

La nostra pluriennale esperienza del settore immobiliare milanese ti permetterà di vendere il tuo immobile ristrutturato velocemente e al prezzo che merita!

Contattaci qui per ulteriori informazioni.

Maurizio Sala