QUARTIERE ISOLA-ZARA

La sua Storia

L’Isola è un quartiere di Milano a nord di Porta Garibaldi (fino al 1860 Porta Comasina) che ha avuto origine a partire dal primo Ottocento, ai lati dell’antica strada Comasina.

Oggi la strada Comasina ha preso il nome di Corso Como fino alla stazione Garibaldi, e in seguito di via Borsieri e di via Thaon di Revel, poiché da metà Ottocento la continuità della strada e del suo borgo è stata interrotta dalla costruzione trasversale degli impianti ferroviari.

Il quartiere è composto di due parti: la parte sud più vicina al centro cittadino e la parte nord dopo le ferrovie.

Il terreno, un tempo agricolo, su cui poi è stato costruito il quartiere era ed è ancora ricco di acque (Seveso, Martesana, Redefossi e Fontanili), infatti il toponimo Isola era frequentemente usato per delineare i gruppi di campi delimitati da corsi d’acqua.

La Comasina costituiva una delle più importanti strade commerciali tra Milano, la Brianza, i laghi e la vicina Svizzera, tramite di scambio di merci e persone.

Viale Zara è un’importante strada radiale di Milano che ha origine in piazzale Lagosta e arriva in piazzale Istria, oltre cui prosegue senza soluzione di continuità come viale Fulvio Testi

Il viale è stato realizzato a partire dagli anni dieci del XX secolo come nuova strada per Monza in alternativa al viale Monza, ma completato nel tratto extraurbano solo dopo la seconda guerra mondiale.

Scopri la zona

Il quartiere Isola è nato come quartiere operaio ed è una zona di Milano piena di storia, È stato riqualificato negli ultimi anni e qui è sorto il nuovo centro di Milano con  il suo nuovo skyline.

Scelta per illuminare la nuova piazza di Cesar Pelli nel complesso di Porta Nuova la lampada Solar Tree, una lampada solare LED progettata da Ross Lovegrove per Artemide che, quando cala la sera, si accende grazie all’energia solare raccolta durante la giornata.

Nella piazza svetta il Palazzo Unicredit che con i suoi 231 metri è il più alto d’Italia. La Torre si trova a ridosso di corso Como e della stazione ferroviaria di Porta Garibaldi, sovrasta la piazza Gae Aulenti, pedonale e rialzata di circa sei metri sul piano stradale.

Adiacenti alla piazza, nel parco vicino, i palazzi del Bosco Verticale, sono due edifici residenziali ecosostenibili colmi di verde, una vera novità per la città di Milano e per l’Italia.

Si tratta di edifici-prototipo di una nuova architettura della biodiversità, che pone al centro non più solo l’uomo, ma il rapporto tra l’uomo e altre specie viventi.

Le torri sono alte 80 e 112 metri e ospitano nel complesso 800 tra alberi e arbusti.

Nella stessa zona si trova anche il quartier generale di Google Italia.

Abbandonato il suo passato popolare, l’Isola, oggi, è uno dei quartieri più vivaci e trendy della città, animato da numerosi negozi di produzione artigianale, ristoranti tipici o etnici e locali notturni, come il Frida o il Blue Note, il tempio della musica jazz di Milano.

Molte, poi, sono le associazioni che animano la vita culturale di quartiere e che promuovono eventi e incontri.

Luoghi di interesse

Il Parco Biblioteca degli alberi

La Biblioteca degli Alberi è un parco pubblico che si trova ai piedi di piazza Gae Aulenti ed è stato realizzato nel 2018 su progetto dei designer dello Studio Inside-Outside, specializzati in paesaggistica.

E’ il terzo parco milanese per estensione, dopo Parco Sempione e i Giardini pubblici Indro Montanelli, ed è un vero e proprio archivio botanico, ricco di diversi tipi di piante.

Lungo il percorso si trovano mappe e targhe con tutte le informazioni utili per scoprire gli alberi e le piante che lo compongono.

La lapide in memoria di Parini

Tra gli edifici del quartiere Isola, all’interno di un cortile di un vecchio palazzo, si nasconde una lapide in memoria della tomba di Giuseppe Parini, uno dei maggiori rappresentanti della letteratura milanese.

Prima di morire lo scrittore chiese di essere sepolto nel modo più semplice possibile e così fu seppellito in quello che era il Cimitero della Mojazza, l’antico cimitero di Isola che doveva il suo nome al terreno perennemente fangoso (da mojàscia, “fanghiglia” in milanese).

Il cimitero, che ospitava anche le spoglie di Cesare Beccaria e Melchiorre Gioia, fu soppresso nel 1895 e molte salme furono spostate nel nuovissimo Cimitero Monumentale di Milano.

Il Mercato Isola: il mercato comunale coperto

In Piazzale Lagosta troviamo il Mercato Isola, completamente rinnovato nel 2022. Si tratta dello storico mercato coperto Zara, nato nel 1946.

Lo spazio,  è aperto tutti i giorni dalle 9.00 a mezzanotte, ed è il primo mercato senza plastica monouso della città e, oltre a una scuola di cucina, ospita botteghe e locali dove mangiare sul posto o da portare a casa.

Qui potete trovare le carni della storica macelleria Escam di Michele e quelle esotiche di Magellano, i piatti che uniscono i sapori orientali e quelli caraibici preparati da Roll, ma anche il banco di frutta e verdura del signor Felice, le birre e i vini naturali di Glory Milano, tanti prodotti da forno e dolci.

C’è davvero l’imbarazzo della scelta.

La Fonderia Napoleonica Eugenia

Nel cuore del quartiere Isola nel 1806 venne fondata la Fonderia Napoleonica Eugenia, prestigiosa fonderia di bronzo, così chiamata dai fratelli Manfredini in onore di Eugenio di Beauharnais viceré del Regno d’Italia.

L’edificio ospita oggi il museo storico dell’arte fusoria e le testimonianze dell’attività della famiglia Barigozzi, succeduta ai primi proprietari.

La Fonderia Napoleonica si trova in via Thaon di Revel 21.

Santuario Santa Maria alla Fontana

La Chiesa di Santa Maria alla Fontana fu costruita nella prima metà del Cinquecento per volere di Carlo II d’Amboise.

Per anni si pensò che i disegni della struttura, oggi splendidamente affrescata, fossero nati dalla mano di Da Vinci o di Bramante, in realtà la paternità del progetto è di Giovanni Antonio Amadeo.

In passato, inoltre, si credeva che l’acqua della fonte sotterranea alla base del santuario avesse proprietà curative contro artrosi e artriti.

Fu proprio per questo motivo che Carlo II edificò una chiesa in questo luogo.

Palazzo Lombardia

Costruiti tra il 2007 e il 2010, sono uno dei cuori istituzionali di Milano, insieme al vicino Grattacielo Pirelli.

Nonostante questo, l’area è frequentata anche da turisti e viaggiatori grazie al grattacielo di oltre 161 metri che permette di ammirare l’intera Milano dall’alto.

 

Informazioni utili per visitare il quartiere Isola

Per raggiungere il quartiere Isola di Milano con i mezzi pubblici potete usare la metropolitana e scendere a Garibaldi FS (linea verde o lilla), a Isola (lilla), oppure Zara (gialla e lilla).

In alternativa potete usare il treno fermandovi a Porta Garibaldi (linee S1, S2, S5, S6, S7, S8, S11, S13 e S14), il tram (linee 2, 7 o 33) o l’autobus (linee 60 e 70).

I nostri Immobili:

https://kmrealestate.it/storie-di-successo/appartamento-in-vendita-in-viale-zara/

Se vuoi vendere casa a Milano, o hai intenzione di frazionarla o di ristrutturarla per massimizzare le possibilità di vendita, affidati a noi di KM Real Estate.

La nostra pluriennale esperienza del settore immobiliare milanese ti permetterà di vendere il tuo immobile ristrutturato velocemente e al prezzo che merita!

In KM Real Estate, la nostra agenzia immobiliare, realizzeremo il tuo sogno: vendere la casa a cui sei legato da una vita e trovare quella del tuo futuro.

SCOPRI I SERVIZI

STORIE DI SUCCESSO

Scopri alcuni dei nostri casi studio.

VIVERE A MILANO

Scopri i quartieri di Milano.