Decreto Salva Casa 2024: Una Guida Completa per Capire le Novità

Il 30 maggio 2024 è entrato in vigore il Decreto Legge n. 69/2024, noto come Decreto Salva Casa. Questa nuova normativa, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, introduce importanti semplificazioni in materia edilizia e urbanistica, con l’obiettivo di agevolare il recupero del patrimonio edilizio esistente e rispondere al crescente fabbisogno abitativo.

In questo articolo approfondiremo i punti chiave del Decreto Salva Casa, analizzando le novità introdotte, i benefici per i proprietari di immobili e le opportunità per il mercato immobiliare.

Cosa Prevede il Decreto Salva Casa?

Il Decreto Salva Casa non è un condono edilizio, ma un provvedimento che interviene su lievi difformità edilizie, spesso frutto di interventi realizzati nel tempo senza le necessarie autorizzazioni o a causa di incertezze interpretative della normativa. Si concentra su tre aree principali:

  1. Difformità formali: derivanti da incertezze interpretative delle norme edilizie.
  2. Difformità edilizie pregresse: spesso frutto di interventi stratificati nel tempo, realizzati senza autorizzazione formale.
  3. Difformità parzialmente sanabili: che in passato avrebbero potuto essere regolarizzate, ma che oggi non lo sono più a causa della disciplina della “doppia conformità”.

decreto salva casa

Principali Misure del Decreto

  1. Cambio di Destinazione d’Uso Semplificato: Il decreto semplifica il cambio di destinazione d’uso delle singole unità immobiliari, purché nel rispetto delle normative di settore e delle condizioni comunali. Per gli interventi realizzati entro il 24 maggio 2024, sono previste specifiche tolleranze su parametri come altezza, distacchi, cubatura, superficie coperta, ecc.
  2. Tolleranze Esecutive: Sono introdotte tolleranze esecutive per interventi realizzati entro il 24 maggio 2024, come il minore dimensionamento, la mancata realizzazione di elementi non strutturali, irregolarità esecutive di muri e l’ubicazione non conforme di aperture interne.
  3. Edilizia Libera per Verande e Protezioni Solari: Le vetrate panoramiche amovibili, anche per porticati interni, e le opere di protezione dal sole (come tende a pergola) sono considerate in edilizia libera, purché non creino spazi stabilmente chiusi e non abbiano un impatto visivo disarmonico.
  4. Silenzio Assenso:Per snellire le procedure e decongestionare gli uffici tecnici comunali, il Decreto introduce il principio del silenzio assenso. In pratica, se l’amministrazione non risponde entro i termini previsti, l’istanza del cittadino si considera accettata.
  5. Sanzioni Proporzionali e Utilizzabili per Rigenerazione Urbana: Le sanzioni previste sono proporzionali all’aumento di valore dell’immobile e possono essere utilizzate, in parte, per progetti di recupero e rigenerazione urbana.

Benefici per i Proprietari di Immobili

Il Decreto Salva Casa offre numerosi vantaggi per i proprietari di immobili, tra cui:

  • Sblocco delle compravendite: la regolarizzazione delle lievi difformità edilizie consente di sbloccare numerose compravendite immobiliari, precedentemente bloccate da irregolarità di minore entità.
  • Valorizzazione del patrimonio immobiliare: la possibilità di effettuare interventi di ristrutturazione e cambio di destinazione d’uso in modo più semplice e veloce contribuisce a valorizzare il patrimonio immobiliare esistente.
  • Riduzione dei tempi e dei costi burocratici: la semplificazione delle procedure e l’introduzione del silenzio assenso permettono di ridurre i tempi e i costi legati alle pratiche edilizie.

Opportunità per il Mercato Immobiliare

Il Decreto Salva Casa rappresenta un’importante opportunità per il mercato immobiliare italiano, in quanto:

  • Favorisce la ripresa del mercato: lo sblocco delle compravendite e la valorizzazione del patrimonio immobiliare contribuiscono a stimolare la domanda e a favorire la ripresa del mercato immobiliare.
  • Incentiva gli investimenti nel settore: la semplificazione delle procedure e la riduzione dei costi burocratici rendono il settore immobiliare più attraente per gli investitori.
  • Promuove il recupero del patrimonio edilizio esistente: il decreto incentiva il recupero e la riqualificazione degli edifici esistenti, contribuendo a ridurre il consumo di suolo e a promuovere uno sviluppo urbano più sostenibile.

decreto salva casa

Il Decreto Salva Casa a Milano

Il decreto prevede anche una norma Salva-Milano, che riguarda alcune ristrutturazioni edilizie nel capoluogo lombardo. Questa norma, inizialmente non presente nel testo, è stata introdotta successivamente con un pacchetto di modifiche.

Conclusioni

Il Decreto Salva Casa rappresenta un importante passo avanti verso la semplificazione delle procedure edilizie e la valorizzazione del patrimonio immobiliare italiano. Le novità introdotte  offrono nuove opportunità sia per i proprietari di immobili che per il mercato immobiliare nel suo complesso.

Se sei proprietario di un immobile o stai pensando di acquistare casa, ti consigliamo di approfondire le disposizioni del Decreto Salva Casa per capire come sfruttare al meglio le opportunità offerte da questa nuova normativa.

Ricorda: che non è un condono edilizio, ma un insieme di misure volte a semplificare le procedure e a regolarizzare situazioni pregresse. Per qualsiasi dubbio o chiarimento, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista del settore.

In KM Real Estate, la nostra agenzia immobiliare, realizzeremo il tuo sogno: vendere la casa a cui sei legato da una vita e trovare quella del tuo futuro.

SCOPRI I SERVIZI

STORIE DI SUCCESSO

Scopri alcuni dei nostri casi studio.

VIVERE A MILANO

Scopri i quartieri di Milano.