Mutuo rifiutato: cosa fare? L’agenzia va pagata?

Mutuo rifiutato: cosa fare? L’acquisto di una casa è un passo importante e complesso, che richiede spesso l’accesso a un mutuo.

Ma cosa succede se il mutuo viene rifiutato?

In questo articolo, analizzeremo le possibili cause di un rifiuto del mutuo e le azioni da intraprendere in questa situazione, con particolare attenzione al tema del pagamento dell’agenzia immobiliare.

mutuo rifiutato

Perché il mutuo può essere rifiutato?

Le banche analizzano diversi fattori per valutare la richiesta di mutuo, tra cui il reddito, la stabilità lavorativa, il livello di indebitamento e la storia creditizia. Vediamo nel dettaglio quali fattori possono determinare il rifiuto dell’erogazione del mutuo:

  • Reddito e stabilità lavorativa: la banca vuole essere certa che il richiedente abbia la capacità di rimborsare il prestito.
  • Storia creditizia: un cattivo storico creditizio può influire negativamente sulla valutazione del mutuo.
  • Valore dell’immobile: la banca si assicura che il valore dell’immobile sia sufficiente a coprire il prestito.
  • Richiesta di mutuo troppo elevata: la banca potrebbe rifiutare il mutuo se l’importo richiesto è troppo alto rispetto al valore dell’immobile o al reddito del richiedente.

Mutuo rifiutato: consigli per evitare il rifiuto.

Ecco alcune cose che è bene fare prima di chiedere un mutuo:

  • Pianifica il tuo budget: Prima di iniziare la ricerca di un immobile, è importante calcolare il tuo budget massimo e la rata mensile che puoi sostenere.
  • Risparmia un acconto: Un acconto consistente aumenta le tue possibilità di ottenere un mutuo e di ottenere condizioni migliori.
  • Controlla la tua storia creditizia: Assicurati di avere una buona storia creditizia e di non avere pendenze in corso.
  • Richiedi una pre-approvazione del mutuo: Prima di presentare un’offerta d’acquisto, richiedi una pre-approvazione del mutuo per avere una certezza sulla tua capacità di ottenere il finanziamento.
  • Affidati ad un consulente esperto: Un consulente esperto in materia di mutui può aiutarti a scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze e a presentare la domanda in modo corretto.

Cosa fare se il mutuo viene rifiutato?

Se il mutuo viene rifiutato dopo l’esame dell’estratto conto, è importante richiedere alla banca le motivazioni del diniego. In questo modo è possibile capire quali aspetti hanno influenzato la decisione della banca e individuare eventuali errori o

informazioni non corrette.

Quindi cosa devo fare nella pratica?

  • Richiedere alla banca le motivazioni del rifiuto: è importante capire perché il mutuo è stato rifiutato per poter eventualmente risolvere il problema.
  • Correggere le eventuali criticità: se il rifiuto è dovuto a un problema risolvibile, come ad esempio un’errata compilazione della documentazione, è possibile correggere l’errore e ripresentare la domanda.
  • Valutare alternative: esistono diverse alternative al mutuo tradizionale, come ad esempio il mutuo con garanzia statale o un prestito personale.
  • Ricercare un’altra banca: non tutte le banche hanno le stesse politiche di concessione del mutuo, quindi è consigliabile rivolgersi a diverse banche per confrontare le offerte.
mutuo rifiutato

Se la banca non concede il mutuo devo pagare l’agenzia?

La risposta dipende dal tipo di incarico conferito all’agenzia. Se l’incarico è vincolato al mutuo, e il mutuo viene rifiutato, l’agenzia non ha diritto alla provvigione. Invece, se l’incarico è non vincolato al mutuo, l’agenzia potrebbe avere diritto ad un compenso per il lavoro svolto, come la ricerca dell’immobile e la predisposizione della proposta d’acquisto. L’ammontare del compenso è stabilito dal contratto di mediazione.

Inoltre il contratto di mediazione immobiliare potrebbe prevedere una penale in caso di mancata conclusione della compravendita per cause imputabili al cliente.

Mutuo rifiutato dopo quanto posso riprovare?

I tempi per riprovare a chiedere un mutuo dopo un rifiuto dipendono dalla motivazione del diniego. In alcuni casi, è possibile ripresentare la domanda dopo aver risolto i problemi che hanno portato al rifiuto, come ad esempio il pagamento di alcune pendenze. In altri casi, potrebbe essere necessario attendere un periodo di tempo più lungo, in genere da 6 a 12 mesi.

Mutuo rifutato dopo rogito: quali sono le implicazioni?

Se il mutuo viene negato dopo la firma del rogito, la situazione si complica. Bisogna analizzare attentamente il contratto preliminare di compravendita per comprendere le eventuali implicazioni.

Possibili conseguenze:

  • Caparra confirmatoria: Il cliente potrebbe dover versare la caparra all’agenzia immobiliare, anche senza il finanziamento.
  • Spese notarili: Rimangono a carico del cliente, a prescindere dall’esito del mutuo.

Clausola sospensiva:

Verifica se il contratto include una clausola sospensiva legata all’ottenimento del mutuo. In tal caso, la vendita potrebbe non essere finalizzata e il cliente potrebbe ottenere il rimborso della caparra.

Ricerca di un nuovo mutuo:

E’ possibile esplorare alternative con altre banche, valutando attentamente condizioni e costi del nuovo finanziamento.

mutuo rifiutato

Proposta non vincolata al mutuo rischi

Una proposta non vincolata al mutuo non è subordinata all’ottenimento del finanziamento. In questo caso, l’acquirente si impegna ad acquistare l’immobile anche se il mutuo viene rifiutato.

Alternative alla proposta non vincolata:

Per mitigare i rischi sopra elencati, l’acquirente può:

  • Presentare una proposta vincolata al mutuo: in questo caso, l’acquisto dell’immobile è subordinato all’ottenimento del finanziamento. Se il mutuo viene rifiutato, la proposta decade e l’acquirente non perde la caparra.
  • Richiedere un mutuo prima di presentare la proposta: in questo modo, l’acquirente avrà la certezza di avere le risorse finanziarie necessarie per acquistare l’immobile.
  • Acquistare l’immobile con le proprie risorse: questa opzione elimina il rischio di perdere la caparra o di non ottenere il mutuo, ma richiede all’acquirente di avere la disponibilità economica necessaria per coprire l’intero prezzo di vendita.

Se la banca non concede il mutuo perdo la caparra?

Se la banca non concede il mutuo e la proposta d’acquisto è vincolata al mutuo, l’acquirente non dovrebbe perdere la caparra. Tuttavia, è importante verificare le clausole del contratto preliminare di compravendita per avere certezza. In alcuni casi, potrebbe essere previsto il pagamento di una penale all’agenzia immobiliare.

Mutuo rifiutato tramite agenzia immobiliare

L’agenzia immobiliare può assistere il cliente nella ricerca del mutuo più adatto alle sue esigenze e nella presentazione della domanda di finanziamento.

E’ buona norma seguire questi consigli:

  • Affidati ad un’agenzia immobiliare seria e affidabile.
  • Leggi attentamente il contratto di mediazione e assicurati di comprendere tutte le clausole.
  • Richiedi all’agenzia di fornirti tutte le informazioni utili sull’immobile e sulla sua conformità urbanistica.
  • Verifica la fattibilità del mutuo prima di presentare un’offerta d’acquisto.
  • Se hai dubbi, chiedi consiglio ad un professionista esperto in materia di mutui e compravendite immobiliari.

Proposta vincolata al mutuo scaduta: cosa succede?

Se la proposta d’acquisto vincolata al mutuo scade e il mutuo non viene erogato, la situazione può evolversi in diversi modi:

  • L’acquirente può prorogare la scadenza della proposta. In questo caso, è necessario comunicare la proroga al venditore e all’agenzia immobiliare.
  • L’acquirente può recedere dalla proposta. In questo caso, l’acquirente perde la caparra, che viene trattenuta dal venditore come risarcimento del danno.
  • Il venditore può accettare di dilazionare il pagamento del prezzo. In questo caso, è necessario sottoscrivere un nuovo accordo tra le parti.

Cosa fare se la proposta vincolata al mutuo è scaduta?

  • Contatta la banca per avere informazioni sul mutuo. È importante capire le motivazioni del ritardo nell’erogazione del mutuo e se ci sono possibilità di ottenere il finanziamento.
  • Contatta il venditore e l’agenzia immobiliare. Comunica loro la situazione e cerca di trovare una soluzione che sia soddisfacente per tutte le parti.
  • Valuta l’opportunità di recedere dalla proposta. Se il mutuo non viene erogato e non è possibile trovare una soluzione alternativa, l’acquirente potrebbe decidere di recedere dalla proposta e perdere la caparra.

Conclusioni

L’acquisto di una casa è un processo complesso che può essere ostacolato da

diversi imprevisti, come il rifiuto del mutuo. È importante informarsi adeguatamente e valutare tutte le possibili alternative per evitare di perdere la caparra o di incorrere in sanzioni.

Se stai cercando un’agenzia immobiliare a Milano legalmente riconosciuta e professionale, affidati a noi di KM Real Estate. Contattaci

Sapremo darti affidabilità e trasparenza nella vendita e nell’acquisto dei tuoi immobili. 

Maurizio Sala

In KM Real Estate, la nostra agenzia immobiliare, realizzeremo il tuo sogno: vendere la casa a cui sei legato da una vita e trovare quella del tuo futuro.

SCOPRI I SERVIZI

STORIE DI SUCCESSO

Scopri alcuni dei nostri casi studio.

VIVERE A MILANO

Scopri i quartieri di Milano.